interkosmos.it - di Gianni Viola

Pianeta Marte - di Gianni Viola Autore   Contatti    Cerca      Home     
  Interkosmos 2011  
Mars Exploration ProgramLa civiltà di Marte di Gianni Viola - Clicca qui per consultareMars
Interkosmos
  Pianeta Marte
  Scienza e
     ricerca scientifica

  Articoli
  Libri pubblicati
  Recensioni
  Bio-bibliografia

Hits e statistiche

  Nuove Statistiche
    di Interkosmos

 

PIANETA MARTE...

 
1.1.2.
DIVISIONE TERRITORIALE DEL PIANETA

di Gianni Viola

[Divisione territoriale del pianeta Marte - 62K .jpg]

    parte precedente:

1.1.1. Dati generali »

La superficie di Marte è stata divisa in 30 quadranti (indicati con la sigla MC = Mars Chart), seguita da un numero da 1 a 30, secondo il formato approvato dall'Unione Astronomica Internazionale e comunemente usato da tutte le agenzie di mappatura.
Questa divisione tiene conto della costruzione delle carte geografiche terrestri, dove la realtà è riprodotta (riproduzione grafica) in modo ridotto, vale a dire in scala, e simbolica; dunque attraverso l'uso di segni convenzionali, comprensivi d'oggetti, territori, regioni e zone geografiche.
La riproduzione della realtà riguarda anche l'approssimazione della superficie sferica, ridotta in superficie piana. Ciò è possibile attraverso l'uso delle cosiddette proiezioni fondate su determinati procedimenti geometrici e su complessi calcoli matematici.
Dei numerosi tipi di proiezioni oggi in uso, tre sono applicati alla cartografia marziana.
Dai 30 di latitudine nord ai 30 di latitudine sud, le proiezioni seguono il metodo di Mercatore per due bande di 8 quadranti ciascuno.
Nelle bande della latitudine 30N-65N e 30S-65S, 12 quadranti vennero a suo tempo disegnati sulla base del metodo Lambert. Le due regioni polari in direzione nord di 65 e in direzione sud di 65, furono tracciate secondo basi stereografiche polari ("Universal Polar Stereographic").
I quadranti disegnati secondo il metodo di Mercatore sono 16, di cui 8 a Nord dell'equatore e 8 a Sud. Posto che la numerazione di tutti i quadranti procede progressivamente da Nord a Sud, i 16 quadranti di Mercatore sono compresi fra l'8 e il 23 quadrante. Ciascuno di questi quadranti centrali (posti a cavallo dell'equatore) è suddiviso in 4 settori, indicati secondo il relativo orientamento, dunque N-W, N-E, S-W, S-E. Mentre i quadranti sono contrassegnati con un numero accompagnato da un nome specifico (ad esempio: MC. 11 - Oxia Palus), le sezioni dei quadranti non hanno ricevuto denominazioni particolari.

I quadranti costruiti secondo il "metodo di Mercatore" sono i seguenti:

  • MC. 8 - Amazonis
  • MC. 9 - Tharsis
  • MC. 10 - Lunae Palus
  • MC. 11 - Oxia Palus
  • MC. 12 - Arabia
  • MC. 13 - Syria Major
  • MC. 14 - Amenthes
  • MC. 15 - Elysium
  • MC. 16 - Memnonia
  • MC. 17 - Phoenicis Lacus
  • MC. 18 - Coprates
  • MC. 19 - Margaritifer Sinus
  • MC. 20 - Sinus Sabaeus
  • MC. 21 - Iapygia
  • MC. 22 - Mare Tyrrenhum
  • MC. 23 - Aeolis
I quadranti costruiti secondo il "metodo di Lambert" sono quelli contrassegnati con i numeri dal 2 al 7 (a Nord dell'equatore) e dal 24 al 29 (a Sud dell'equatore). Sono posti fra il gruppo della zona equatoriale (in numero di 16) e quelli delle zone polari (in numero di 2). In dettaglio:
  • MC. 2 - Diacria
  • MC. 3 - Arcadia
  • MC. 4 - Mare Acidalium
  • MC. 5 - Ismenius Lacus
  • MC. 6 - Casius
  • MC. 7 - Cebrenia
  • MC. 24 - Phaetontis
  • MC. 25 - Thaumasia
  • MC. 26 - Argyre
  • MC. 27 - Noachis
  • MC. 28 - Hellas
  • MC. 29 - Eridania
Questi quadranti sono suddivisi alcuni in 4 settori, altri in 5, cosicché alle quattro indicazioni di cui sopra (N-W, N-E, S-W, S-E), si aggiungono le indicazioni relative alle sezioni centrali, poste a Nord dell'equatore (NC: Nord-centrale) e a Sud dell'equatore (SC: Sud-centrale).
Le due "regioni polari" sono comprese in quadranti contrassegnati con i numeri 1 e 30, rispettivamente comprendenti il Polo Nord ed il Polo Sud. Questi quadranti sono cerchi le cui circonferenze coincidono, nel caso del quadrante MC. 1 ("Mare Boreum") con i lati settentrionali dei quadranti di Lambert (dal 2 al 7) e, nel caso del quadrante MC. 30 ("Mare Australe") con i lati meridionali dei quadranti di Lambert (dal 24 al 29).
Il meridiano di riferimento di Marte (corrispondente al "nostro" meridiano di Greenwich) fu definito nel 1840 in occasione della produzione della prima carta topografica da parte di Beer e Madler. Tutto ciò per la semplice ragione che fino allora, causa la scarsa qualità dei telescopi utilizzati, non era stato possibile distinguere particolari di dimensione inferiore alle migliaia di km.

parte seguente:    

1.1.3. Struttura geologica »

vai alla visualizzazione stampabile

  invia questa notizia ad un amico


									
Copyright © 2011 Interkosmos - Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.
[Interkosmos home][inizio paragrafo]   Tutti i paragrafi di
  PIANETA MARTE...
[Interkosmos home][inizio paragrafo]  
 
LA VERITÀ SULLA FINE DELL'U.R.S.S. - Gianni Viola
IL SOAVE PROFUMO DELL'IMPERIALISMO - Gianni Viola

Home | Autore | Perché InterKosmos? | Contatti | Cerca | Links
info@interkosmos.it  
Per i contenuti tutti i diritti sono riservati a Gianni Viola
InterKosmos

Gianni Viola Gianni Viola
Via Almerico 21 - 95018 Riposto - Catania (Italy) - Tel./Fax: 095-7791560

Realizzazione EdicolaWeb Edicolaweb.net
Via S. Maria a Cintoia 14/b - Firenze, Italy